This time I’m going to write in italian, hoping it will be useful for those bloggers and users who can understand my native language! Dunque..

La mia seconda volta da osservatrice della Terrazza in via del Cortone è stata illuminante per molti aspetti. Insieme alla mia compagna di classe Lana ho notato piacevoli cambiamenti nell’approccio delle persone, nel modo di usufruire del mobilio e della Terrazza in generale e, ahimè, alcuni spiacevoli cambiamenti dal punto di vista strettamente legato alla spazio. Questo mi ha portato ad approfondire ancora di più le mie precedenti riflessioni e provare a trarne qualche modesta conclusione…

Appena arrivate abbiamo subito notato un mucchio di cartoni al di fuori dei cassonetti per la raccolta differenziata, segno di disinteresse totale nella cura del luogo. Questo mi fa pensare che la Terrazza non viene considerata come un posto vivibile ma di passaggio o di “scarico”, il che è un vero peccato. La lavagna (messa lì da non molto tra l’altro) era spaccata e con delle scritte direi eloquenti. Scritte che potrete ritrovare nel post di Lana e che suggeriscono un uso della Terrazza completamente opposto agli scopi dell’Associazione. In sostanza, suggerivano essere un buon posto per tossici, probabilmente per la sua collocazione un po’ nascosta. Non è stata una novità, altri miei compagni avevano notato il passaggio di spacciatori nella zona..ma l’ho avvertita come una sorta di provocazione..e allora rispondo prontamente: in base a ciò che ho avuto la possibilità di studiare nel corso di Place-making, non necessariamente un luogo si presta ad un uso specifico. Spesso sono le persone che con le loro attitudini e comportamenti trasformano quel luogo in ciò che vogliono. Allora ecco una possibile chiave: portare nella terrazza le persone che veramente vogliono viverla e perché no, prendersene cura. E mi riferisco veramente alla comunità di Borgo Bello, Associazione compresa, se non di Perugia centro storico in generale.

Passando ad alcuni aspetti positivi, abbiamo notato molto più passaggio non sopra, bensì nella terrazza (una bella differenza rispetto alla volta scorsa). Come ha dettagliatamente riportato Lana nel suo post ci sono stati un paio di giovani ed un gruppo di quattro amici che sembravano veramente divertirsi e rilassarsi. Complice il panorama stupendo, il clima gradevole e le novità di mobilio introdotte dai ragazzi dell’anno scorso. Anche l’altra volta sono stati utilizzati e tra l’altro non nel loro uso standard, cosa che mi fa piacevolmente pensare ad una multifunzionalità. Abbiamo cominciato ad osservare verso le 15:30, dopo circa sette minuti c’erano già sei persone nella Terrazza e sono rimaste fino a quando siamo andate via. Dunque le persone ci sono e il posto non gli è del tutto indifferente…ma di nuovo torno a ripetere che per farne uscire le potenzialità credo sia necessario mettere in secondo piano, senza tuttavia assolutamente togliere, l’aspetto promozionale e forse cominciare a spostare il focus sulle persone e su ciò che vogliono. Partire da ciò che vogliono abitualmente e poi capire cosa potrebbero volere dalla terrazza. Evidenziare che il luogo esiste credo sia stata una buona intuizione anche perché persino io che vivo il centro storico non avevo idea dell’esistenza di un così bel posto. Valorizzarlo è stato il passo successivo più azzeccato. Mi chiedo se il prossimo passo potrebbe essere pensare concretamente a rendere il posto fisicamente adatto per degli eventi. Borgo Bello così come la città intera ha un vocazione turistica notevole, specie nel periodo estivo, quando il posto potrebbe essere ancora più godibile.

Un ultima cosa che mi sento di aggiungere in base a come i passanti si guardano intorno è in realtà qualcosa che se non ricordo male è venuto fuori in classe e cioè considerare la Terrazza come parte di un “sistema”, comprensivo dei due Teatri e del circolo. Quindi sfruttarla in funzione del ruolo che assume con l’ambiente circostante.

Spero che la mia terza osservazioni porti ancora più scrupoli e idee!

 

This entry was posted in Class Journal, Uncategorized and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.